RIABILITAZIONE e CASISTICA - brain gym

Vai ai contenuti

Menu principale:

RIABILITAZIONE e CASISTICA






"LA EDUCATIONAL KINESIOLOGY® E' LA SCIENZA CHE HA STUDIATO COME ESTRARRE L'APPRENDIMENTO DALLA CONSAPEVOLEZZA MUSCOLARE E DEL MOVIMENTO". (P.Dennison)

CALCOLO






  • CASO 1

Disgrafia ADD

“Ora riesco a imparare a memoria, mi piace quando devo ripetere in classe e mi dà soddisfazione! Un tempo era difficile e mi stressavo. Mi piace fare i tests del Brain Gym®, è divertente sentire come i muscoli diventano subito forti e sentirmi forte  quando leggo!
Il mio esercizio preferito è l’
ASE (ndr esercizio Brain Gym® per l’atteggiamento positivo, la motivazione e per lo scarico della tensione emozionale).
Faccio Brain Gym® e capisco quello che leggo. Sono anche migliorato nella scrittura!”   

D.M.  1° Media






qui sotto: scrittura di D.M. prima del Brain Gym
®


Quando ho incontrato D.M. di 8 anni, terza elementare, ho riscontrato difficoltà nella scrittura, nella comprensione del testo durante la lettura, nella capacità di attenzione prolungata, e uno stato emozionale ansioso. Tendenzialmente D. preferiva scrivere stampatello, come è tipico di chi utilizza prevalentemente l’emisfero cerebrale destro per attività a cui è addetto l’emisfero logico sinistro. Con l’applicazione della [link:1]Rimodellazione Dennison[/link:1] è stato possibile rinforzare la dominanza , incoraggiare l’utilizzo coordinato dei 2 emisferi cerebrali e facilitare la coordinazione occhio-mano per risolvere la disgrafia. Gli esercizi Dennison per gli occhi (Vision Gym®) hanno stabilito una visione oculare coordinata e lo sguardo è diventato dritto.
Con l'applicazione dell'ASE è stato possibile scaricare lo stress e riequilibrare lo stato emozionale.
Il bambino ha conquistato un buon livello di autostima e di motivazione.
Nel percorso riabilitativo di D.M. il rapporto di fiducia con i genitori e con gli insegnanti del bambino ha definito un importante fattore di facilitazione.”             

Educational Kinesiology®/Brain Gym® Teacher presso il Centro Ricerche DADA di Roma




  qui sotto: scrittura di D.M. dopo il Brain Gym®

“Mi sono rivolta al Brain Gym® dopo un percorso di logopedia di 2 anni che mio figlio D. aveva intrapreso a causa della diagnosi di DSA. Mio figlio aveva ancora difficoltà nella scrittura  e nello stare attento in classe. Seguirlo nei compiti era difficile per la sua fatica a mantenere la concentrazione e a stare seduto. Per D. era difficile memorizzare storia, geografia e scienze, il bambino era frustrato e di cattivo umore quando usciva da scuola dopo le interrogazioni.

Grazie al Brain Gym® ora scrive e memorizza bene, è sereno, positivo e motivato.”                           Anna Lillini (mamma di D.M.)





“D.M. è arrivato in 1° elementare con una diagnosi di DSA e con il sostegno. Il bambino mostrava un’autostima molto bassa e scarsa capacità di attenzione e di presenza in classe, fino alla III elementare non è riuscito a leggere nonostante fosse comunque seguito da un logopedista.
La sua scrittura era spigolosa, mancava di proporzione fra

le lettere ed era frutto di sforzo eccessivo.Nonostante i ripetuti tentativi non migliorava. Il concetto di quantità sembrava difficilmente conquistabile nonostante le ripetizioni.
Da quando D. ha iniziato il Brain Gym® ho visto importanti cambiamenti nella calligrafia. D. ha conquistato chiarezza nell’esposizione orale e ha acquistato capacità di comprensione e memorizzazione dei testi.
Nell’esposizione orale di storia e scienze era diventato brillante.
Ha concluso il ciclo elementare con buoni risultati.”

        Maria Romano (insegnante presso la scuola Elementare Pallavicini, Roma)



  • CASO 2

Disgrafia Discalculia

Mio figlio Luca, sin dal primo anno di scuola materna , aveva mostrato difficoltà con alcuni numeri (il 7 per esempio) e con alcuni suoni. La maestra mi aveva chiamato per sollecitarmi ad un incontro con un team costituito da una logopedista ed una neuropsichiatra infantile. Luca ha cominciato le sedute con loro ed è andato avanti per circa 2 anni e mezzo di terapia. A metà della 1° elementare Luca non ne ha voluto più sapere di andare dalle dottoresse. Le maestre delle elementari dicevano solo che Luca era pigro e che in seconda doveva darsi da fare di più. La seconda elementare è stata un disastro: Luca aveva difficoltà a leggere, ad imparare a memoria le tabelline (pur facendo calcoli anche complicati senza difficoltà) ed era completamente disgrafico. La sua pagella di 2° elementare è stata tutta appena sufficiente. Le maestre mi hanno chiamato chiedendomi di richiedere per Luca una maestra di sostegno. Io mi sono rifiutata e loro mi hanno detto che Luca in quelle condizioni non avrebbe potuto affrontare la terza elementare.
Mi sono messa su internet a cercare informazioni supplementari sulle terapie per la dislessia e così ho trovato il Centro Ricerche DADA.





qui sotto 2 esempi di scrittura di Luca prima del Brain Gym
®

All'inizio è stato molto difficile per me, perchè era tutto così strano: con il Brain Gym® bisognava bere l'acqua, fare esercizi con gli incroci, massaggiare le orecchie di Luca,  etc. Ero diffidente, ma il bambino si trovava a suo agio con tutto questo.
Mi sono data 3 mesi di tempo e ho deciso che alla fine dei 3 mesi avrei valutato i risultati e avrei deciso se continuare o no. Dopo 3 mesi i risultati erano già evidenti: Luca riusciva a leggere meglio e aveva meno problemi con i numeri. Era anche meno nervoso in classe e andava più volentieri a scuola.
Alla fine della terapia Luca aveva imparato a leggere molto bene, a scrivere bene e riusciva finalmente a ricordarsi le tabelline!
Ora, quando è più teso,
beve e disegna l'8 e racconta a tutti di essere un genio perchè ha due parti del cervello che lavorano insieme! (Claudia Poggi, Roma)







qui a destra la scrittura di Luca
dopo il Brain Gym
®





  • CASO 3

Alzheimer

Da quando a mio padre è stata diagnosticata la malattia di Alzheimer il suo stato di salute è andato rapidamente peggiorando. Il suo umore era diventato cattivo e spesso si rifiutava di parlare, chiudendosi in se stesso. La sua difficoltà a riconoscere le strade lo aveva costretto a non uscire più di casa, a stare sempre più seduto e a lamentarsi di come fosse pericoloso il mondo là fuori.
Sono ricorso al Brain Gym
® per un ulteriore estremo tentativo di migliorare il suo stato o per lo meno di interrompere il processo di decadimento a cui assistevo drammaticamente di giorno in giorno, nonostante i farmaci, e che i medici confermavano come inevitabile.

Nonostante lo scetticismo ho deciso di provare il Brain Gym® e grazie alla disponibilità della terapista mio padre ha seguito per alcuni mesi un'ora di terapia settimanale a casa. L'ho seguito negli esercizi, per quanto mi è stato possibile nei primi tempi, poi ha mostrato sempre più la determinazione ad eseguire il programma da solo.
Ogni mattina comincia col bere l'acqua e poi dopo colazione la prima applicazione degli esercizi cross crowl, pressione sui punti del corpo, otto, respirazione, passeggiare nel corridoio e gli altri. Nel pomeriggio dopo il riposo la seconda applicazione e poi le attività artistiche, leggere e scrivere.
La sua attenzione è migliorata e riesce ad essere più presente ai discorsi e ad interagire quando gli faccio delle domande o gli racconto qualcosa. Ricorda meglio quello che ha fatto.
Ora al telefono risponde alle mie domande e pronuncia bene le parole e non devo più combattere con i suoi silenzi senza fine.
Mio padre ha ritrovato l'interesse a leggere e fa esercizi di scrittura dopo tanto tempo che non scriveva più!
Ma la cosa più importante è che ha ricominciato ad uscire da solo e ora ritrova i negozi e la via di casa!
Ha ricominciato ad ascoltare la musica e a fare  piccoli lavori di ceramica e di pittura. Il suo umore si è trasformato: ora sorride e fa battute come un tempo.
L'altro giorno ha detto "non ci credevo a questi esercizi, invece funzionano davvero!" e si è commosso.
GRAZIE!

(G.C. di Roma)





  • CASO 4

Attacchi di panico

“In seguito ad un periodo di forte stress ho cominciato a soffrire di attacchi di panico con conseguenti problemi di respirazione ed un forte disagio quando mi trovavo in luoghi pubblici.
Ho cominciato a
praticare gli esercizi Brain Gym® per pochi minuti 3 volte al giorno. Poi ricorrevo agli stessi prima di dover affrontare un evento particolare o quando avevo un attacco. Subito dopo mi sentivo meglio.
Con il passare delle settimane i miei stati di disagio erano sempre più rari e meno intensi fino poi alla scomparsa totale.
Ho osservato, inoltre, che man mano che le crisi diminuivano crescevano in me una forte autostima ed una grande forza interiore.
Ritengo, infine, che gli esercizi Brain Gym
® siano serviti a dotarmi di strumenti utilissimi per nuove situazioni di difficoltà che potrebbero verificarsi e che saprò affrontare con una maggiore consapevolezza ed una nuova capacità di risoluzione.”

(M.D. , Roma)


 
Torna ai contenuti | Torna al menu